5F per mercoledì 8 febbraio

Riflettendo sulle implicazioni (che abbiamo discusso in aula) dell’approccio degli empiristi logici sulle proposizioni trascritte qui di seguito, esprimi un parere argomentato sul criterio di verificazione di Schlick (è adeguato, va nella direzione giusta, va migliorato, è inaccettabile ecc.).

  1. Dio esiste
  2. io ti apprezzo molto
  3. due corpi si attraggono con una forza proporzionale alle rispettive masse e inversamente proporzionale al cubo delle loro distanze
  4. l’area del quadrato costruito sull’ipotenusa di un triangolo rettangolo è uguale alla somma delle aree costruite sui suoi cateti
  5. stamblooxialuzz
  6. non è giusto mangiare carne di pollo
  7. sulla faccia nascosta della Luna vivono alcuni stambecchi
Annunci

9 pensieri su “5F per mercoledì 8 febbraio

  1. Affidandosi al metodo di Schlick per definire se una frase ha valore scientifico o meno, le seguenti frasi risultano:
    1. Il fatto che Dio esista non è verificabile materialmente e quindi questa non è una frase dotata di valore scientifico.
    2. Questa frase non ha valore scientifico perché essa dipende da persona a persona e quindi non sempre è verificabile.
    3. Questa frase ha valore scientifico perché è una legge fisica dimostrabile.
    4. Questa frase ha valore scientifico perché dimostrabile e verificabile scientificamente.
    5. Questa parola a prima vista sembrerebbe non avere valore scientifico,ma non si può escludere che essa in una qualsiasi altra lingua indichi una cosa verificabile e quindi scientifica.
    6. Questa frase è un’opinione personale e per questo non la ritengo verificabile nella realtà e quindi non ha valore scientifico.
    7. Quest’ultima affermazione è falsa e inverosimile fino ad adesso, di conseguenza non ha valore scientifico.
    Il metodo che Schlick adotta per dare valore scientifico a una frase secondo me risulta adeguato in molti casi anche se a volte potrebbe sembrare troppo “realista”.

    Mi piace

  2. Proposizione 1 : non ha valore scientifico, perché non può essere verificata L esistenza di Dio;
    Proposizione 2 : non ha valore scientifico per lo stesso motivo della proposizione uno;
    Proposizione 3 : ha valore scientifico, può essere verificata;
    Proposizione 4 : non ha valore scientifico, la proposizione è inesatta infatti c’è scritto il cubo e non il quadrato ;
    Proposizione 5 : non possiamo stabilire con certezza il valore scientifico di questa frase perché in un altra lingua, potrebbe avere valore scientifico;
    Proposizione 6 : non ha valore scientifico è una frase più etica che scientifica ;
    Proposizione 7 : potrebbe avere valore scientifico nel caso in cui qualcuno andasse a verificarne la sua veridicità
    Il criterio di Schlick mi sembra abbastanza adeguato

    Mi piace

  3. Il criterio di verificazione di Schlick mi sembra un metodo piuttosto limitato, che finisce per rivelarsi praticamente “inutile”.
    Già la contraddizione iniziale di non rispettare la propria regola di non basarsi su proposizioni prive di senso, perché non verificabili, lo rende a mio parere molto poco credibile e dimostra come, in realtà, basarsi solo ed esclusivamente su affermazioni dimostrabili sia praticamente impossibile. Trovo infatti piuttosto azzardata l’idea di poter considerare tutti i diversi i casi in cui si può presentare una stessa situazione, in modo da avere una diversa visione di ogni singolo aspetto che un fenomeno può presentare e, conseguentemente, dimostrarlo. C’è sempre, secondo me, una qualche eccezione che sul momento non può essere dimostrata (ma che magari qualcuno più avanti riuscirà a dimostrare) o che comunque ci si “dimentica” di considerare. Dunque, se si dovesse seguire il criterio di Schlinck, a mio parere, nessuna affermazione potrebbe essere considerata vera.

    Mi piace

  4. Ritengo che il criterio di verificazione di Schlick nell’attribuzione del valore di verità ad una proposizione sia insufficiente e restrittivo, se non addirittura erroneo in certi casi.
    Innanzitutto, considerando un certo evento che viene verificato empiricamente, e sul quale si formulano delle teorie in base alle osservazioni, non è detto che tali teorie abbiano assoluto valore di verità solo perché sembrano accordarsi con quello che è avvenuto; la storia della scienza è piena di esempi di teorie che ne scalzano di precedenti perché meglio compatibili con gli eventi che si osservano (a partire dalle teorie circa la natura dell’universo – geocentrica o eliocentrica – fino alle teorie del primo Novecento che stravolgono la fisica a cui si era fatto riferimento per centinaia di anni).
    Inoltre viene abolito il valore non solo di verità, ma anche di senso delle frasi e dei discorsi che si fanno comunemente circa i fatti della vita quotidiana, dei rapporti, dei pensieri personali; il che risulta, a mio parere, decisamente ingiusto, oltre che incompatibile, nei confronti di quegli aspetti della natura umana che non si possono immediatamente classificare come prodotti materiali, da sempre oggetto di controversie, ma che pur non si possono sottovalutare.

    Mi piace

  5. Il metodo dell’empirismo logico è troppo rigido. Innanzitutto affermare che le proposizioni non verificabili empiricamente non hanno significato porterebbe all’impossibilità della comunicazione quotidiana, in quanto, come detto nel ‘diario di bordo’, la gran parte delle proposizioni usate nella quotidianità risulterebbe insensata.
    Inoltre, un sapere scientifico basato su questo metodo sarebbe inutilizzabile, poiché la scienza risulterebbe una raccolta di nozioni corrette, ma non sarebbe possibile stabilire come la conoscenza scientifica possa essere applicata: ad esempio, dire “le conoscenze in medicina devono essere usate per favorire la salute di un essere umano” non avrebbe significato, dunque un medico non saprebbe mai stabilire se il suo ruolo sia guarire una persona o ucciderla.

    Mi piace

  6. Secondo me il criterio è inaffidabile poiché dà origine ad un paradosso, ovvero non rispetta la regola che esso stesso impone. In secondo luogo, il criterio in analisi non permette il verificarsi di una teoria in quanto dovremmo tener presenti tutti i casi possibili (cosa empiricamente impossibile).

    Mi piace

  7. Il criterio di Schlick afferma che una proposizione ha significato solo nella misura in cui essa è verificabile empiricamente.
    A mio parere esso non è adeguato prima di tutto perchè parte da un paradosso: la stessa proposizione non rispetta la regola che essa stessa impone.
    Penso inoltre che sia impossibile pronunciarsi in modo definitivo sulla verità di determinate preposizioni, che sono oggi dotate di senso ma che domani potrebbero non averlo p.e. a causa di una scoperta futura: il criterio non ci permetterebbe quindi di verificare una teoria per il semplice motivo che richiede di considerare tutti i casi possibili nonostante questo sia empiricamente impossibile.

    Mi piace

  8. Attraverso il metodo Schlick, alle frasi può essere attribuito un valore scientifico o meno:
    1. il fatto che dio esista non è né scientificamente né materialmente dimostrabile e di conseguenza non ha valore scientifico ciò che è stato detto;
    2. apprezzare una persona è un “sentimento” completamente personale, ma non dimostrabile attraverso la scienza se non con la pura osservazione, la quale però può cadere in inganno;
    3. la frase contiene un errore, perché il metodo scientifico dimostra in modo coerente e corretto che la forza fra due corpi è inversamente proporzionale al quadrato delle loro distanze. Di conseguenza il suo possibile valore scientifico si annulla;
    4. è una definizione matematica applicata alla geometria planare. Scientificamente dimostrato e mai negato. Ha valore scientifico;
    5. non conoscendo la natura della seguente parola, non posso definirla una assurdità perché può essere una semplice parola scientifica, come “genetica” tradotta in una lingua a me sconosciuta e a me indecifrabile;
    6. non è un’affermazione scientificamente corretta. Infatti posso sostenere che la carne di pollo è meno buona o non è una cosa corretta per l’universo, ma rimane una mia supposizione o una mia idea/fissazione, priva di alcun valore scientifico;
    7. fino ad oggi questa affermazione è falsa, quindi senza valore scientifico.

    Questo metodo non sempre è efficace, ma è rapido e abbastanza intuitivo. Bisogna però che la persona che ne utilizza il medesimo metodo, sia a conoscenza di gran parte delle proposizioni scientifiche corrette, non solo, ma deve verificare anche la possibile derivazione da parola strane contenute in vocabolari andati persi.

    Mi piace

  9. A mio parere il criterio di verificazione di Schlick è adeguato ed efficace solo in determinati contesti. Credo che questo criterio possa solo determinare se una proposizione abbia senso, ma nel caso contrario, ovvero nel caso in cui non possa affermare come sensata una proposizione, allora significa che la proposizione potrebbe avere senso come no e che quindi servono ulteriori conoscenze e/o criteri per indagare sulla proposizione fino s raggiungere un verdetto soddisfacente.
    In poche parole questo criterio è efficace a riconoscere la sensatezza delle proposizioni, ma non il contrario, quindi ha il potere di categorizzare un proposizione come sensata, ma non ha il potere di categorizzarla come non sensata.
    Ad esempio questo criterio è efficace con la proporzione numero 7, che seppur essendo falsa, può essere attualmente verificata.
    Secondo il criterio di Schlick la proposizione 5 sarebbe invece priva di senso, però penso che in verità essa potrebbe in futuro avere senso (stamblooxialuzz potrebbe diventare una parola nuova o rivelarsi una parola già utilizzata nel passato della quale non ne eravamo a conoscenza) o avere senso in un altra lingua o in in altra galassia.
    La proposizione 2 non avrebbe senso secondo il criterio di Schlick, ma in verità esso potrebbe essere verificabile scientificamente in futuro tramite attenti studi biochimici e psicologici sull’apprezzare le altre persone.
    In conclusione un grande limite del criterio di Schlick è l’effettiva capacità dell’uomo di verificare una proposizione, infatti l’uomo potrebbe non essere in grado o non possedere gli strumenti per effettivamente verificare un proposizione, così come 2000 anni fa non era possibile osservare la faccia nascosta della luna (e quindi la proposizione 7 sarebbe stata categorizzata come priva di senso) ed ora invece, grazie all’avanzamento tecnologico, è possibile (rendendo la proposizione 7 sensata).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...