Introduzione agli argomenti dell’anno

Avendo concluso felicemente gli argomenti che le  Indicazioni nazionali suggeriscono di trattare in quarta, quest’anno potremo svolgere temi più attuali, coordinando il programma di Filosofia con quello di altre discipline ed, eventualmente, sperimentando momenti di co-docenza con altri docenti di Filosofia dell’istituto, esperti di specifiche materie.

Nel primo quadrimestre, discuteremo, tra l’altro di

  • Schopenhauer
  • Leopardi
  • positivismo (cenni)
  • Darwin
  • economia politica classica
  • Marx
  • Nietzsche
  • Freud

Come si può notare, dopo Hegel, culmine e compimento della filosofia “moderna”, motivi di carattere filosofico scaturiscono spesso da ambiti del sapere non prettamente filosofici (poesia, fisica, biologia, economia, filologia antica, medicina). Degli autori sopra ricordati il solo Schopenhauer è “filosofo” in senso tradizionale (anche se in modo fortemente critico verso la “tradizione” della filosofia universitaria moderna, rappresentata dal “rivale” Hegel).

Nel secondo quadrimestre approfondiremo:

  • la progressiva messa in crisi della rappresentazione ottocentesca della scienza (argomenti di storia della scienza)
  • cenni su implicazioni filosofiche della teoria della relatività e della fisica quantistica
  • l’epistemologia (la filosofia della scienza) del Novecento (empiristi logici, Hempel, Popper, Kuhn, Feyerabend, Quine e altri)
  • l’epistemologia delle scienze dell’uomo (Dilthey, Weber)
  • cenni di bioetica (Jonas)
  • filosofia “continentale” (fenomenologia ed ermeneutica: Husserl, Heidegger, Gadamer)
  • cenni di filosofia “analitica” (o “del linguaggio”), diffusa nei Paesi anglosassoni
Annunci